Bravo Marshal New: guida all’installazione e all’utilizzo

Installare e configurare la nuova “Bravo Marshal New” può non essere semplice. Questo articolo prova a mostrarne installazione e configurazione.

INSTALLAZIONE

Colleghiamo l’antenna avvitandola sul retro della telecamera.
Colleghiamo l’alimentatore prima alla presa della corrente e poi alla telecamera. La telecamera ci saluterà con un “Benvenuto” e, dopo qualche secondo, inizierà a ruotare prima sull’asse verticale e poi su quello orizzontale. Potrebbe sembrare che si “incanti” in una delle posizioni finali. Bisogna attendere, si sbloccherà da sola.
Colleghiamo il cavo di rete in dotazione (RJ-45) prima al router e poi alla telecamera.
Invece di collegare fisicamente la telecamera al router tramite cavo di rete, si potrebbe provare ad utilizzare la tecnica “SONIC” come indicato nelle istruzioni. Purtroppo tale tecnica sembra non funzionare correttamente.

CONFIGURAZIONE

Questa è la parte più rognosa.
Se non abbiamo Internet Explorer (tale browser è stato rimosso dall’ultima versione di Windows 10!), le cose si possono complicare e anche di molto… 🙁
Ipotizziamo, quindi, di non avere Internet Explorer.
La prima cosa da fare è quella di scaricare la APP di riferimento, ossia BravoCam (link per Androidlink per Apple).

Prima di installare l’APP accertiamoci che il nostro smartphone sia collegato alla stessa rete cui è collegata la nostra Marshal new.

Procediamo quindi con l’installazione dell’APP e, una volta installata, lanciamola.
Ci troveremo di fronte ad una schermata con l’elenco dei dispositivi che, però, è inizialmente vuoto (possiamo osservare le immagini che seguono).
Tocchiamo quindi “Aggiungi dispositivo”. Seguirà una schermata in cui dobbiamo scegliere “Scansione bidimensionale codice QR”. Si attiverà la telecamera dello smartphone (o Tablet).
Sotto la base della nostra Marshal c’è incollato il QR code che ci serve. Inquadriamolo con la telecamera del nostro smartphone (o Tablet). Il sistema la riconoscerà in automatico e la aggiungerà all’elenco. A questo punto vengono richieste la credenziali che sono stampate nella confezione. Le dobbiamo inserire.

Da questo momento in poi avremo accesso alla telecamera di sorveglianza tramite il nostro smartphone.

Infatti, tornando nell’elenco dei dispositivi (inizialmente vuoto), ora troviamo elencata la Marshal new con il nome “WiFi Camera”. La nostra APP però ci avvisa che la password inserita è “debole” e in effetti andrebbe cambiata. Tra poco vedremo come fare. Prima però diamo uno sguardo alla schermata con l’elenco dei dispositivi.

In particolare osserviamo che in basso ci sono 4 voci di menù a indicare 4 rispettive sezioni:

  • Dispositivi
  • Messaggi
  • Profili
  • Info

Dispositivi

La prima voce, “Dispositivi”, è colorata in azzurro a indicare il fatto che ci troviamo in tale sezione.
Nella sezione “Dispositivi” possiamo configurare tutte le videocamere che abbiamo installate nella nostra rete.
Per farlo è necessario toccare la rotella azzurra che si trova sulla destra della riga che indica la telecamera da configurare.
Una volta toccata la rotella azzurra, ci si troverà di fronte alla seguente schermata.

BravoCam - configurazione

Innanzitutto osserviamo che è scomparso il menù inferiore. Non sappiamo bene dove ci troviamo, dobbiamo ricordare “a memoria” che ci troviamo nel menù “Dispositivi”. Da questo punto di vista l’APP lascia molto a desiderare…

Ma procediamo.

Questa schermata indica tutte le possibili configurazioni che possiamo apportare alla nostra Marshal new e noi le vedremo una per una.

Settaggi WiFi

BravoCam - Settaggi WiFi

Da questa sezione dell’APP possiamo collegare la nostra telecamera ad un certa rete WiFi.

Sopratutto, se già collegata ad una rete, possiamo sapere sia a quale rete è collegata sia, sopratutto, l’indirizzo IP che le è stato assegnato.

Inoltre, osservando l’immagine, possiamo notare come, alla fine dell’indirizzo IP, compaiano i due punti seguiti da un numero: si tratta della porta a cui risponde la nostra Marshal new se richiamata su protocollo HTTP.

Ossia, se proviamo ad aprire un qualunque browser (tranne Edge) e a digitare nella barra degli indirizzi quella stringa esatta (senza spazi), il browser ci chiederà le credenziali (user e password) della nostra Marshal new. Se le inseriamo avremo accesso ad una schermata tramite la quale, cliccando sulla voce “videostream”, potremo configurare la Marshal new direttamente dal browser. Per farlo, dalla seconda schermata, dobbiamo cliccare sull’icona in basso composta da cacciavite e chiave inglese.

Ma torniamo all’elenco delle funzionalità della APP.
La successiva voce è quella dedicata ai settaggi FTP.

Settaggi FTP

BravoCam - FTP

Questa schermata consente di memorizzare indirizzo IP e credenziali di un server FTP sul quale si desidera salvare foto e video registrati dalla Marshal new.

In verità, per quanto il test dia esito positivo, non sono mai riuscito a farlo funzionare e quindi non so dire se funziona davvero o meno.

Nella casella “server” bisogna inserire l’IP oppure l’indirizzo in cui si trova il server (ad esempio: ftp.nomedominio.com).

Nella casella “Port” bisogna digitare la porta a cui risponde il server FTP (in genere è la numero 21).

Le caselle “User” e “PWD” rappresentano le credenziali necessarie per autenticarsi sul server FTP e dovrebbero essere note.

L’ultima casella indica il numero di secondi tra un caricamento e il seguente.
Terminate le modifiche, dobbiamo premere il pulsante “Conferma”, in alto a destra.

Settaggi Utente

BravoCam - Settaggi utente

Questa è la voce di menù in cui è possibile modificare la famosa “password debole” vista all’inizio.

Vi consiglio di modificare sia la password sia il nome utente, sostituendo “admin” con qualcosa di meno ovvio e utilizzando una password che NON sia una parola di senso compiuto.

Il software consente anche l’aggiunta di un ulteriore utente, diverso dall’amministratore e con poteri inferiori. Salvo casi eccezionali non dovrebbe essere necessario aggiungere nessun utente.

Settaggi Allarme

BravoCam - Settaggi Allarme

Queste sezione è dedicata agli avvisi e “allarmi” che vogliamo vengano inviati dalla Marshal all’APP in base al verificarsi di determinate situazioni.

Ad esempio, nella schermata qui presentata è stato impostato un allarme di movimento con una sensibilità pari a 7 (in una scala che va da 1 a 10). Ciò significa che se l’immagine catturata dalla telecamera mostra dei mutamenti nel tempo, la telecamera invia un alert sullo smartphone in modo che si possa osservare in tempo quasi reale cosa sta accadendo.

La voce “Ingresso esterno GPIO” si riferisce a modifiche dai dati in ingresso qualora ci fosse una periferica esterna in grado di inviare dati alla Marshal.

La voce “Allarme audio”, più in basso, invia un alert sullo smartphone in base al “rumore” percepito dal microfono della telecamera. Utilissimo in caso sia necessario monitorare i suoni in un determinato ambiente.
Una volta terminate le modifiche ricordiamoci di premere il pulsante “Conferma” in alto a destra.

Settaggi Mail

BravoCam - Email

Peggio che andar di notte!

La Marshal dovrebbe (???) essere in grado di inviare un’email al verificarsi di certi eventi (ad esempio se scatta un allarme visto in precedenza).

Tuttavia ho personalmente provato i server di Yahoo, Libero, Gmail e anche il mio personale senza ottenere alcun risultato. Anzi uno l’ho ottenuto, sempre lo stesso: impossibile collegarsi al server. Molto utile… 🙁

Comunque la configurazione sembra abbastanza semplice. Si sceglie il server SMTP, la porta, si attiva la voce “Necessaria autenticazione”, si sceglie il protocollo di sicurezza (in  genere SSL/TLS) e si inseriscono le credenziali.
Auguri…

Settaggi SD Card

BravoCam - SD Card

Questa è, probabilmente, la voce più importante di tutte e anche quella che, spesso, non funziona!

Da questa schermata è possibile configurare una SD card per memorizzare a ciclo continuo il video ripreso dalla Marshal. Peccato che, 9 volte su 10, in fase di formattazione della microSD ci troviamo di fronte al messaggio SD Card errore di sistema. Ma andiamo con ordine…

Innanzitutto inseriamo la microSD mentre la Marshal è priva di alimentazione. Questa cosa è estremamente importante.

Una volta inserita la microSD, alimentiamo la telecamera e aspettiamo che faccia tutte le sue calibrazioni.
A quel punto avviamo l’APP, nell’elenco dei dispositivi tocchiamo la rotellina azzurra e poi “Settaggi SD Card”.
La prima voce deve indicare la capacità (in Mega Byte) della microSD.
La voce “Status SD card” deve invece riportare la scritta “SD card inserita” (osserviamo che nell’immagine qui mostrata troviamo il messaggio “SD card in registrazione…” perché la configurazione della SD è già avvenuta).
A questo punto dobbiamo premere il bottone in basso, “Formattazione SD card”. Ed è qui che il sistema fa casini e, dopo un po’, se ne esce con il messaggio visto all’inizio “SD card errore di sistema”. In tal caso procedere come segue:

  1. togliere l’alimentazione alla Marshal
  2. rimuovere la SD
  3. reinserire la SD
  4. alimentare la Marshal
  5. andare nel menù dei settaggi della SD card
  6. se la voce “Status SD card” indica “SD card inserita”, attivare “SD Registrazione ciclica”, “Timer registrazione” e premere “Conferma” in alto a destra
  7. se la voce “Status SD card” indica “SD card errore di sistema”, rimuovere la SD e formattarla tramite un telefonino Android, poi ripetere le operazioni qui indicate
  8. uscire dall’APP e attendere un minuto
  9. lanciare l’APP, ritornare in “Settaggi SD card” e verificare il messaggio (che a questo punto dovrebbe riportare SD card in registrazione”).
DDNS Setting

BravoCam - DDNS Settings

Il pezzo forte: il collegamento tra smartphone e telecamera tramite internet.
Questa voce di menù si occupa espressamente di questo. Per farlo è però necessario creare un account su uno dei servizi presenti nell’elenco alla prima voce. In questa sede si presuppone che si abbia già un account e lo si sappia utilizzare. In caso contrario basta cercare una guida online sui server DNS dinamici.
Qui bisogna scegliere il proprio servizio, inserire le credenziali e premere “Conferma”.

A questo punto scollegandosi dalla rete WiFi e utilizzando la rete 3G o 4G dovremmo essere comunque in grado di collegarci alla nostra telecamera.

Settaggi Data e ora

BravoCam - Data e ora

Questa forse è la voce di menù che dovremmo verificare appena installata la telecamera.
Ci consente, infatti, di regolare la data e l’ora della nostra Marshal new e anche di collegarci a un server che si occuperà di tenere sempre sincronizzato l’orario.
Una volta apportate le modifiche necessarie, non dimentichiamoci di premere sul pulsante “Conferma” ben nascosto al solito posto.

Ora, tutto quanto visto fino a questo momento riguarda il menù “DISPOSITIVI”, ma ce ne sono altri 3. Proseguiamo quindi analizzando il menù “MESSAGGI”.


Messaggi

BravoCam - Messaggi

Il menù “MESSAGGI” si occupa di raccogliere video e foto prodotti dalla telecamera e memorizzati sia sul nostro smartphone sia (in caso sia presente) sulla SD. È diviso a sua volta in 3 sezioni:

  1. Allarmi
  2. Video
  3. Foto

La sezione “Allarmi” mostra il fermo immagine registrato dalla telecamera in occasione di eventi che hanno fatto scattare uno degli allarmi impostati in precedenza.
La sezione “Video” è divisa in 2: video in locale e video in remoto.
I video in locale si riferiscono a quelli che abbiamo esplicitamente deciso di registrare tramite l’interfaccia grafica e che sono memorizzati sullo smartphone.
I video in remoto si riferiscono invece ai video registrati in modo continuativo dalla telecamera sulla micro SD. Naturalmente in mancanza di una micro SD questa setto-sezione sarà vuota.
Infine la sezione “Foto” raccoglie tutti i fermo immagine che abbiamo esplicitamente deciso di salvare.


Info

BravoCam - Info

Quest’ultima sezione dell’APP raccoglie diverse informazioni utili tra cui l’help (???) talmente utile che sei stato costretto a venire fin qua per capire come funziona questo aggeggio 😀
Nella sezione “Settaggi di Sistema” sarà possibile attivare/disattivare le notifiche push in background, l’allarme sonoro, la vibrazione e la durata delle notifiche (preimpostato a 30 secondi).


Ora, tutto questo detto, non resta che guardare sullo schermo dello smartphone ciò che sta “vedendo” la telecamera.
Per farlo è sufficiente avviare l’APP e, nell’elenco dei dispositivi, invece di toccare la rotella azzurra sulla destra, toccare la telecamera sulla sinistra.

L’interfaccia che verrà fuori è la seguente.

BravoCam - Preview

I 4 pulsanti nella parte superiore servono rispettivamente per (da sinistra a destra): eseguire una rotazione completa da sinistra a destra; eseguire una rotazione completa dal basso verso l’altro; ribaltare l’immagine rispetto all’asse verticale; ribaltare l’immagine rispetto all’asse orizzontale.

Per eseguire una rotazione controllata della telecamera è necessario fare uno swipe sullo schermo (scorrere con il dito in qualche direzione).

I pulsanti in basso, invece, hanno le seguenti funzioni: attivare l’icona microfono tenendo premuta la quale si trasmette la propria voce dallo smartphone alla telecamera (che la diffonde); scattare una fotografia; registrare un video; modificare la risoluzione dello schermo (bassa, media, alta); memorizzare diverse posizioni predefinite; modificare la luminosità; modificare il contrasto; riportare tutto alle condizioni iniziali; attivare/disattivare i raggi infrarossi.

E la fine giunse!
Buon Natale 🙂

4 Commenti

    1. Ciao Fabrizio,
      Se la SIM è inserita in un modem/router a cui poter collegare la CAM, allora non mi sembra di vedere alcun motivo per cui potrebbe non funzionare. Ad esempio, mi aspetto che funzioni con il cubo della TRE (anche se in quel caso devi fare estrema attenzione al consumo dei dati!).
      Tieni inoltre presente che questa CAM, una volta configurata, registra i dati sulla propria SD, anche senza alcuna rete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *