grossoshop.it e grossoshop.net

Questo articolo ha causato molta indignazione nei proprietari del dominio grossoshop.net, tanto da indurli a contattare il mio Provider nella vana speranza di ottenere la rimozione di questo articolo… Tale atteggiamento mi ha ovviamente fatto porre una domanda: perché mai hanno provato a far rimuovere questo articolo?
La risposta più ovvia che mi sono dato (ma potrebbe essere sbagliata) è che forse questo articolo “fa bene il proprio dovere”: informa. Del resto, se avessi scritto falsità o fossi stato in malafede, avrebbero potuto procedere per vie legali e invece non lo hanno fatto…

AGGIORNAMENTO 2015

Dopo due anni dalla scrittura di questo articolo, sono ritornato a far visita a questo e-commerce…
Il motivo?
Un back link al presente articolo. In particolare questo:
http://www.miui.it/forum/index.php?threads/mi-italia-it-ti-tengo-docchio.3539/page-17
e più ancora nello specifico, questo commento:
http://www.miui.it/forum/index.php?threads/mi-italia-it-ti-tengo-docchio.3539/page-17#post-66274
Un commento in cui, con chiaro riferimento (anche) alla mia persona, l’utente registrato con il nome di “grossoshop” dichiara pubblicamente il falso, ossia che “è già in atto una procedura penale” (nel settembre 2014!). La mia fedina penale è limpida e, ad oggi, non ho nessun procedimento penale in corso…
Ovviamente ho contattato coloro che hanno pubblicato una tale falsità e altrettanto ovviamente non ho ricevuto risposta alcuna 🙂 Dopo le Sante Festività, rifletterò se presentare regolare querela per diffamazione a mezzo web 😀

[AGGIORNAMENTO 16.01.2016: dopo il secondo “avviso bonario” i ragazzi di MIUI Italia hanno provveduto a eliminare da pubblica lettura quanto segnalato. Quindi entrambi i link sopra riportati non dovrebbero più essere raggiungibili]

Ma procediamo…
A causa di questo back-link sono ritornato a fare visita all’e-commerce grossoshop.net. E-commerce che… ha cambiato “pelle”! Innanzitutto ora è “chiaro” con chi abbiamo a che fare: sembra infatti esistere la Shineful Co.,Ltd ed è finalmente diventato chiaro che si trovano in Cina. Hanno poi escogitato un sistema per importare i telefoni in Europa e, da tali magazzini europei, effettuano le spedizioni verso le nazioni europee. Quest’ultimo punto è fondamentale. Perché? Perché tablet e smartphone, per entrare in Italia, devono pagare l’IVA. L’IVA in Italia è al 22% (per il momento), ma l’IVA da importazione non è uguale per tutti i Paesi aderenti all’Unione europea! E quindi? Quindi se importo uno smartphone dalla Cina in Lussemburgo (giusto per fare un esempio non proprio “a caso”), devo pagare l’IVA al 15% (IVA in Lussemburgo), non al 22% (IVA in Italia). Se a questo aggiungiamo il fatto che spostare un bene da una nazione all’altra della UE non comporta alcuna spesa doganale (nemmeno la differenza di IVA!!!) ecco che… abracadabra… ho importato un oggetto in Italia pagando il 15% di IVA invece del 22%. Bello, no? 😀
È tutto legale?
Ottima domanda! Ma non è questo il luogo in cui discuterne né si hanno qui le competenze per poter dare una risposta seria.
E comunque… giusto per spiegare meglio “in che mondo viviamo”… se si devono importare grossi quantitativi di merce dalla Cina… esiste un “porto franco” per l’Europa: sono le Isole Canarie (territorio spagnolo, Europa!). Chissà se il signor Luigi ne è al corrente… Magari, alla fine, gli sarà utile questo mio post 😀
A proposito!
Ma chi è questo signor Luigi? È il titolare della Shineful Co.,Ltd. Con ogni probabilità trattasi dello stesso Luigi Senese che ha inizialmente registrato il dominio grossoshop.it (vedi più avanti), poi redirezionato su grossoshop.net e che adesso ha finalmente trovato la sua dimensione.

Si, ok, tutto molto bello e interessante, ma… quindi? Comprare o non comprare da grossoshop.net?
I telefoni sono reali.
Le spedizioni avvengono regolarmente.
Per la garanzia, invece, vale lo stesso identico discorso che vale con tutti questi e-commerce: meglio non averne mai bisogno 😀
Nello specifico, se non si scelgono i modelli “just in Europe” (cioè che sono già nei loro magazzini europei), ma si scelgono modelli spediti dalla Cina, le cose si complicano sia per i tempi, sia per l’assistenza e la garanzia. Con i modelli “europei” la garanzia (in teoria) ha una durata di 24 mesi, per quelli spediti dalla Cina la garanzia (sempre in teoria) è di 12 mesi (come riportato sul link ufficiale). Inoltre per usufruire della “garanzia europea” si devono pagare 19 euro (sempre secondo il loro sito ufficiale) e tali denari non verranno restituiti. Però, come già osservato, tutto ciò non si discosta di molto da altri servizi simili a grossoshop.net. Quindi non c’è niente di “anormale”. Insomma, lo dobbiamo sapere: quando si acquista dalla Cina e il telefono acquistato si pianta perché ha un difetto, rifarsi sulla garanzia è… complicato. Ma questo non vale solo per grossoshop, vale per chiunque, soprattutto vale se il venditore non ha una P.IVA europea. Se l’azienda non è europea non è tenuta a fornire alcun tipo di garanzia. Quindi ogni volta che compriamo dalla Cina dobbiamo metterci l’anima in pace: se ciò che compriamo non funziona o smette di funzionare… è inutile blaterare, dobbiamo solo sperare che ci venga sistemato, ma non possiamo obbligare nessuno a farlo perché la garanzia NON ESISTE (per legge!). Questa è una piccola “regola generale” che è bene tenere a mente.
grossoshop
In ogni caso, al di là della garanzia, su grossoshop ci sono alcune cose “sospette”…
Per esempio, su grossoshop si può pagare soltanto tramite Paypal. Perché? Perché non si può pagare tramite un bonifico bancario? Se si pagasse tramite bonifico ci si potrebbe rivolgere alla banca di riferimento per sapere se l’azienda esiste realmente e da quanto tempo ha un conto corrente aperto. Invece… pagamenti solo tramite Paypal… Non va bene… proprio per niente.
Inoltre sul sito ufficiale, al link “chi siamo“, affermano di essere a Shenzhen. Shenzhen si trova nella provincia di Guandong. La fantomatica azienda LTD nominata sul sito è la Shineful Co., Ltd con numero di telefono +86 (755) 2534 6765. Esiste? Non possiamo saperlo con certezza, ma per chi, come me, ha voglia di indagare, ci sono degli strumenti per “cercare”…
Le pagine gialle cinesi sono un buon punto di partenza (esiste la versione in inglese!). Qui di seguito riporto il risultato della ricerca del nome “Shineful” nell’intera provincia di Guandong (non solo nella città di Shenzhen)…
china yellow pages
Cosa leggiamo?
Leggiamo che un’azienda creata 10 anni fa (fondata nel 2006, secondo il sito ufficiale), non esiste sulle pagine gialle cinesi!
Abbiamo la certezza della non esistenza? No, ma abbiamo motivo di sospettare…
Sia chiara una cosa: non è che se andiamo a “scavare” su tutti i concorrenti di grossoshop le cose cambiano! Prendiamo un concorrente: GearBest.com. Chi sono? Dove sono? Quale è il nome dell’attività commerciale? Se apriamo il link “about” non ci dicono una emerita minc… In altre parole: se ci piace rischiare… non ce la prendiamo con i commercianti che giocano su questa nostra… “passione” 😉

Infine bisogna osservare che con questa “trasformazione” da nazionale a internazionale (vedi l’articolo originale per capire di quale trasformazione si parla), grossoshop.net è entrato in un’altra fascia di e-commerce e si è messo a fare concorrenza ad aziende difficili da contrastare come, ad esempio, http://www.gearbest.com/. Anche gearbest.com ha i propri magazzini in Europa e basta confrontare i prezzi su prodotti identici per capire che le differenze di prezzo al cliente finale viaggiano tra il 10% e il 20%… un’enormità!
In definitiva… stiamo acquistando da un’azienda cinese che potrebbe “non esistere” (e quindi nessuno paga le tasse in nessuna parte del mondo, anche se questo potrebbe non interessare…). Di certo esiste qualcuno che compra i telefoni per noi, che ce li spedisce a casa e che parla italiano. Ma poiché uno dei principali motivi per fare certi tipi di acquisti è il risparmio (la garanzia non esiste, o quasi)… allora sembra che ci siano alternative molto più attraenti di grossoshop…
Una cosa è certa: lato web e marketing, grossoshop si è organizzato in modo quasi maniacale! Blog pieno zeppo di recensioni e di guide, account registrati in quasi tutti i forum tematici, profilo Facebook, Twitter… una macchina da guerra! Informaticamente parlando sanno bene cosa fare…
Al momento, questo è quanto.

ARTICOLO ORIGINALE del 2013

GROSSOSHOP.NET AFFIDABILE

Ho appena ricevuto un commento pubblicitario a un mio articolo.
In genere non pubblico pubblicità su questo blog, ma questo commento mi ha incuriosito…
Conteneva un link a grossoshop.net, un e-commerce di articoli tecnologici, quanto di più vendibile online di questi periodi.
Prezzi ottimi, grafica discreta… ok, se si volesse acquistare? Prima di farlo… è bene informarsi. Sempre.
Ottenute le informazioni che di seguito vedremo, sono giunto ad una mia personale conclusione: al momento è sconsigliabile effettuare acquisti su tale e-commerce.
Ora però è necessario dare una spiegazione logica a quanto appena affermato.
Iniziamo da una cosa semplice: grossoshop.it richiama direttamente grossoshop.net. Ossia il sito grossoshop.it ha un redirect su grossoshop.net. I due siti, quindi, si “conoscono”.
Proseguiamo…

non indicare la P.IVA sul sito aziendale è perseguibile con sanzione amministrativa variabile da 258,23 Euro a 2.065,83 Euro, trattandosi di violazione degli obblighi di comunicazione prescritti da legge tributaria (art.11, comma 1, lettera a), del DPR 472/97).

FONTE: http://www.deltamatica.it/blog/45-indicare-la-p-iva-in-homepage-e-obbligatorio

Troviamo forse la P.IVA di questo venditore?
Assolutamente no. Non la troviamo neanche navigando su “chi siamo” in cui ci sono scritte tante belle cose, ma in cui non si capisce minimamente con chi abbiamo a che fare. Esiste un indirizzo fisico di questo pseudo negozio? E, in ogni caso, dove è indicata la P.IVA?
Davvero un imprenditore inizia un’attività investendo dei soldi… e si “dimentica” di una roba del genere? Che razza di imprenditore sarebbe? In ogni caso il webmaster è certamente a conoscenza di tali normative! Invece… niente partita IVA, da nessuna parte.
È ragionevole dedurre che indirizzo e P.IVA non ci sono perché l’e-commerce non ha un’attività commerciale in Europa. Stiamo acquistando da un’azienda cinese…
Uhm…
Procediamo con la ricerca delle nostre informazioni.
Facciamo un giro su http://whois.net/ e inseriamo grossoshop.net nel campo di ricerca.
Risultato?
WHOIS information for grossoshop.net:
[Querying whois.verisign-grs.com]
[Redirected to whois.PublicDomainRegistry.com]
[Querying whois.PublicDomainRegistry.com]
[Unable to connect to remote host]

Cioè?
Cioè hanno nascosto i dati di colui che ha registrato il dominio.
Ma che strano! Perché mai dovrebbero fare una roba del genere se non hanno niente da nascondere?
Abbiamo però visto che i domini .net e .it si “conoscono”.
Facciamo allora un altro giro su http://whois.net/, ma questa volta inseriamo grossoshop.it nel campo di ricerca.
Questa volta otteniamo qualcosa. I dati che il registrante ha fornito sono i seguenti:
Luigi Senese
Vialetto Dario Fiore, 1
80021 – Afragola (NA)
Telefono: +39.0818522618
Fax: +39.0498910444

Il sistema ci indica anche una cosa interessante: la data di scadenza del dominio, ossia il 15 novembre 2013.

GROSSOSHOP.NET AFFIDABILE

Magari a tele indirizzo troviamo un”attività commerciale. Apriamo quindi google maps e andiamo a cercare questo “vialetto”.
Vialetto che però (secondo gmaps)… non esiste 🙁 Esiste però un Viale Dario Fiore.
Beh, accontentiamoci e… andiamo a cercare il numero 1. Ecco cosa troviamo.
viale Dario Fiore 1
L’e-commerce in questione quindi:
– non presenta una P.IVA in home page (e in verità in nessun altro luogo)
– non mostra alcun indirizzo fisico (ossia garanzia -> Cina)
– non mostra i dati di colui che ha registrato il dominio grossoshop.net
– l’indirizzo pubblico del registrante il dominio .it è… sospetto.

Come posso dunque non sconsigliare l’acquisto da questo e-commerce?
Magari i prodotti sono eccezionali e non si romperanno mai, ma… ci sono troppi “ma”.
In ogni caso… questa è solo la mia opinione, né più né meno.
Vi invito tuttavia a seguire sempre la procedura qui indicata prima di acquistare qualunque oggetto sul web. Anzi, vi invito a leggere un mio articolo più generale, che potrebbe essere utile, ma che nulla ha a che fare con l’e-commerce preso in considerazione oggi: l’affidabilità di un sito.
Per concludere: i soldi sono i vostri! Se volete acquistare… nessuno vi trattiene! 🙂

Hai letto questi articoli?

31 Commenti

  1. Cristiano

    Salve stavo per acquistare su grossoshop ma per fortuna mi sono “imbattuto” su questo blog che con le varie esperienze è risultato utilissimo Grazie
    Avete qualche informazione sul sito [rimosso dall’amministratore] ?
    Ancora grazie per un’eventuale risposta

  2. Simone Casu

    NON ACQUISTATE DA GROSSOSHOP SE VOLETE L’ASSISTENZA
    Vi voglio avvertire raccontandovi la mia storia.
    In Maggio 2014 ordino un Dooge 550, dopo 25 giorni mi dicono che DHL non serve la mia zona e che devo cambiare corriere. Lo faccio e mi chiedono una integrazione di 5 €. Dopo due mesi del cellulare niente e mi faccio sentire in tutte le forme. Alla fine di agosto, ovvero dopo 5 mesi dall’ordine ottengo un nuovo rinvio. Mi arriva dopo una settimana il nuovo cellulare. Dopo un mese inizia a creare problemi. Loro iniziano a chiedermi video, foto, a farmi fare mille procedure… mai si è visto da Amazon… dopo che faccio tutte le mie prove si decidono alla riparazione, notate che sono in garanzia, e mi chiedono 19 euro. Dopo un mese e mezzo mi arriva il pacco scrivendomi che era tutto ok e che avevano fatto quello che io avevo già fatto dieci volte, ovvero resettare il sistema operativo di base, e chiaramente non funziona.
    Li ricontatto e mi propongono una valutazione di 100 euro del mio telefono!!! Vi rendete conto che da una posizione di tutela della garanzia contrattavano con me un prezzo più basso del loro cellulare in vetrina che era di 144 euro. Senza alterarmi gli faccio presente della situazione grottesca e di come io ne avessi speso in tutto 185 e che esigevo la sostituzione del modello. Alla fine mi dicono che mi danno 144 euro ma devo pagare la spedizione… insomma gli dico che ho pagato 19 euro di assistenza senza ottenere nulla e loro mi dicono alla fine cavoli miei… che dite sufficientemente paradossale e surreale? Ritenete che i miei diritti siano stati rispettati?
    Ho cercato di denunciarli alle autorità, e di avviare una procedura legale e loro si negano.
    Ditemi voi se è un’azienda seria.
    Dopo una denuncia sui siti mi ricontattano offrendomi i 185 euro di bonus spesi fino a quel momento, e acquisto un ELEPHON 2000, che mi inviano ricondizionato, deduco perché sia scatole che cellulare erano usati, e mi dà problemi dopo 10 gg.
    Riscrivo all’assistenza e mi ritira il pacco dopo 20 gg e gli scrivo che non possono fare come la volta precedente che me lo rispediscono indietro perché nei loro test il problema non sussiste.
    Eppure così esattamente fanno dopo un altro mese.
    Ritengo quindi che non sia stato eseguito come da mio diritto il lavoro di garanzia che prevede una riparazione, un cambio o eventualmente un bonus da spendere in altri acquisti.
    Ritengo che qual ora nel loro test, che dicono di aver effettuato, non si fosse presentato il difetto, da me documentato con dei video, quindi esistente, non li autorizza a rimandare indietro la merce rimandando il problema e difatti scaricare “il barile” ovvero rimandare le loro responsabilità.
    Certo, per loro, nel non presentarsi il difetto è difficile o impossibile eseguire una riparazione, quindi come assistenza non sono stati in grado di avere un test completo per farlo sorgere, e non sono stati in grado di ripararlo, ma questo non può ricadere sull’utente fiale, soprattutto in una situazione come la mia che ho avuto due sostituzioni e sono un anno che aspetto di usare il cellulare.
    Come si può comparare un test, in cui il cellulare non viene usato in tutta la sua operosità, con tutti i programmi, col navigatore, fotocamera, ecc. a quello che voi effettuate? Questo vorrebbe dire che non credono ai video inviati?

    Ho tutto documentato per chi volesse prenderne visione, scrivetemi a ximototec@gmail.com

  3. Michele

    Ciao a Tutti, Mi chiamo Michele e sono un’altro sventurato capitato tra le mani di questo delinquente, GROSSOSHOP . acquistati 2 cellulari, uno per me e uno per mia figlia, a seguito del consiglio di alcuni colleghi, si sono guastati entrambi entro 3/4 mesi dall’acquisto. Ho provato a mandarli in assistenza, ma il corriere non si è presentato per il ritiro, a mio avviso non era stato neppure concordato. GROSSOSHOP delinquente della peggior risma, oltre al danno di un prodotto di pessima qualità, ti prende anche per il naso aspettando che ti “stanchi ” e che vai a comperarti un telefono dal rivenditore soto casa.

  4. Stefano

    GROSSOSHOP ????? LASCIATE OGNI SPERANZA VOI CHE ENTRATE !!!

    Comprato un K1 TURBO kingzone, da subito ha avuto problemi di fonia e di trasmissione ( un telefono che non fa il telefono è il colmo !!!) spedito in Cina, e dopo più di 2 mesi non si vede ancora niente. In 10 giorni è arrivato in cina, 1 mese di lavorazione ( non mi sembra poco ) spedizione di ritorno infinita. Spero almeno, se mai mi arriverà nuovamente, che almeno funzioni. Il servizio assistenza GROSSOSHOP, più di dirti ” guardi il traking postale” non sa dirti…. solo parole !!! Nel frattempo mi sono preso un altro telefono, non da GROSSOSHOP ovviamente.
    In definitiva, pregate di non avere mai un problema, altrimenti sono soldi buttati via !!! mi pento ogni giorno .
    Se nella mia azienda vendo prodotti di M…. rispondo in prima persona, e non un pinco pallino qualsiasi in cina. Con chi te la prendi?
    Sarebbe stato corretto dare un telefono funzionante e tirare in testa al produttore il telefono rotto !!!
    COMUNQUE, SCONSIGLIATISSIMO !!!!

  5. ermanno

    acquistato a novembre un telefono su grossshop. celerita’ precisione e assenza di dazi doganali. pagato con paypal. in 5 giorni era a casa mia. fattura e scatolo in perfetto stato. per me ok.

  6. Fabio

    cercavo un Honor 6 dual sim e l’ho trovato tramite Amazon venduto da GrossoShop a 379€ mentre se vado direttamente da GrossoShop costa circa 332€, a questo punto chi è il garante che tutto vada a buon fine ? nel caso comunque pagherò con Paypal, ma questo mi dovrebbe coprire la sola transazione, che succede poi in caso di malfunzionamento ? Amazon si fa carico di qualcosa o rimanda tutto a GrossoShop?
    Grazie

  7. Stefano Z.

    Salve a tutti.. Peccato non aver letto prima tutto ciò, e con mio grande rammarico vi comunico di essere una di quelle persone che hanno acquistato per ben 3 volte da delinquenti di questo genere. Parlo di Grossoshop. In sei mesi ho comprato 3 device, dopo l’ennesima rottura decido di affidarmi all’assistenza e come ben descritto da Marco, raccomandata in cina ecc.ecc.. Comunque troppe mail cordiali per prendere tempo dato che dopo la riparazione me lo hanno rispedito ma non è arrivato in Italia ma è andato a finire in mano a chissà chì in rep. Ceca e nessuno poi ha saputo darmi spiegazioni solo prendere tempo nell’attesa che io desistessi..che dire se non…: Boicottiamo questi siti, meglio spendere qualcosa in più ed avere un vero servizio post vendita che prenderne 3 che non dureranno che pochi mesi..e senza nessuna garanzia. Grazie. Stefano Z.

  8. Marco

    Mi permetto di commentare perché ho molta esperienza in questo campo “per motivi di lavoro” ed in passato ho già avuto a che fare con situazioni di questo tipo.
    Non parlo di Grossoshop (questo probabilmente non è il suo caso… per cui preferisco fare una osservazione generica che probabilmente ben si adatta a tanti casi in Italia).
    In realtà un sito potrebbe avere interesse a far credere di essere Cinese ma in realtà è solo un signore italiano che sta cercando di fare una furbata.

    Vi spiego meglio i vantaggi di spacciarsi per Cinesi e quindi come funziona:

    1 – Non si fa magazzino ma si lavora solo in Dropshipping!
    Tu sei convinto che ti sta consegnando il sito “PincoPallo” ed invece è uno dei tanti VERI siti cinesi online a cui lui ha girato il tuo ordine. Se fai dei buoni numeri ti fanno degli sconti extra e resti competitivo un po con tutti i siti. Non si guadagna moltissimo sul singolo pezzo ma di sicuro non si rimette mai e nel complesso se si cominciano a fare dei buoni numeri diventano interessanti anche i guadagni che in fondo sono esentasse!!

    2 – Infatti spacciandosi per Cinesi non si pagano le tasse!
    Proprio perché sono un finto Cinese non ti farò mai la fattura. Non dichiaro i prodotti all’ingresso nel paese. Evado la dogana, evado l’Iva, evado i contributi Inps che dovrei come commerciante, la miriade (purtroppo) di altri adempimenti fiscali e se ho dei dipendenti posso ovviamente tenerli non in regola, probabilmente sottopagarli ed evadere anche i loro contributi.

    3 – Rendo difficile se non impossibile tentare di aprire un contenzioso in caso di problemi perché chi è il pazzo che farebbe causa ad un Cinese in Cina! Ed invece se sapesse che sono Italiano!!

    4 – Scoraggiare anche la Polizia Postale o la Guardia di Finanza ad interessarsi al sito tanto contro un sito cinese che possiamo fare?? Ed invece se sapessero che sono Italiano!!

    5 – Scoraggiare i resi, le restituzioni per qualsiasi motivo, le contestazioni per mancato funzionamento, l’assistenza in garanzia. A che ti serve la garanzia se poi devi spedire con raccomandata internazionale in Cina a spese tue e ti costa 40 Euro! Se invece sapessi che sono Italiano!!

    6 – Varie ed eventuali!
    Potrei inserire ancora una ventina di motivi con cui dimostrare i vantaggi di spacciarsi per un Cinese ma penso che questi vi bastano.

    Del resto come vedete dai vostri stessi commenti il risultato è esattamente l’equivoco che l’Italiano finto Cinese voleva:

    “Perché la Polizia Postale? Se procedi tramite “canali ordinari” bisogna aprire una rogatoria internazionale perché l’azienda si trova in Cina e nessuno apre una tale procedura per 1000 euro.”

    “tecnicamente e legalmente non puoi fare proprio niente 🙁
    Hai una sola speranza ossia che prima o poi il telefono ti venga consegnato”

    Considerazioni Finali:
    Il sito di “PincoPallo” farà anche del suo meglio per offrire quello che può nel miglior modo possibile, questo non lo so… chi ci ha comprato sarà pure probabilmente molto soddisfatto ma resta il fatto che “PincoPallo” è un sito illegale gestito da un Italiano che si finge Cinese. “PincoPallo” non fa fattura di vendita come da legge. “PincoPallo” non è un azienda regolarmente iscritta al REC, non paga le tasse sui redditi, non paga le tasse d’importazione, non paga ogni altro tipo di imposte che gravano sulle imprese, non paga i contributi di eventuali dipendenti, etc.etc.

    Tenete presente anche la possibile pericolosità di aver dato i propri dati personali ad un poveraccio che si spaccia Cinese per sbarcare il lunario.

    In definitiva fate attenzione che da un momento all’altro il sito di “PincoPallo” non sarà più online perché prima o poi la terra comincerà a bruciare sotto i piedi e quel giorno dovete sperare che non ci fosse un vostro ordine in corso (altrimenti avrete perso i vostri soldi).
    Tranquilli che appena “PincoPallo” non ci sarà più vedrete che entro pochi giorni arriverà online un nuovo shop di Cinesi bello e superconveniente… peccato che anche questi saranno solo finti Cinesi!

  9. Sandro

    Signori e Signore,

    Siamo nell’anno 2014 – Mese: Agosto ed è passato circa 1 Anno dalla pubblicazione di questo articolo, almeno mi pare. Credo che tutti i vostri sfoghi dobbiate lasciarli un attimo da parte e riflettere sul perchè GrossoShop è ancora “in vita” aldilà delle vostre esperienze negative che a mio parere possono solo essere utili ad un qualsiasi negozio on-line o dal vivo a migliorarsi e per migliorare ciò che offrono. Ho amici che hanno acquistato su Antelife, Pandawill, Etotalk, FocalPrice (ed anche GrossoShop) e di ognuno hanno dato consigli e sottolineato i miglioramenti da effettuare. Ammetto di aver comprato su GrossoShop circa 7 mesi fa e di essermi trovato bene sia in termini di spedizione, sia in termini di condizioni e soprattutto in termini di assistenza (Ritornatomi il mio Thl w8s dall’assistenza cinese in meno di 28 giorni e perfettamente funzionante, pagando a mie spese il display di ricambio e l’usb danneggiato a causa del fatto che il telefono è andato a finire sotto le gomme di un auto), servizio eccellente e di qualità, risposte pronte e corrette. Ogni negozio ripeto sia on-line che dal vivo, può avere i suoi pro ed i suoi contro ma qui non si tratta di recensire o di commentare, secondo me si tratta di ledere. Esempio Reale: Sono proprietario di una salumeria e quante volte avrò sentito dire i miei clienti che alle volte la carne non era di buona qualità in pubblico ed in privato?! Ma si da un suggerrimento per cercare di migliorare.. voi qui state enfatizzando ed anche troppo.. Inoltre ho avuto altre esperienze di vendita su alcuni dei siti precedentemente scritti e mi son trovato comunque bene per i tempi di spedizione anche se un pò meno con i tempi di assistenza. NON VOGLIO DILUNGARMI ma vorrei solo dirvi: Meditate gente, meditate.. mentre voi volete denunciare chissàchè c’è gente che vorrebbe osannarli come chissàchè (fra cui io lo ammetto).. vedete anche i commenti POSITIVI che ci sono in giro e non solo ste storielle.. KEEP KALM 🙂 Un abbraccio a tutti

    1. Giovanni

      Egregio illustrissimo sconosciuto… qualche osservazione che potrebbe essere utile ai possibili lettori:
      1. prima le signore.
      Avresti dovuto scrivere “signore e signori”; non sapere questa cosa lascia intendere tante cose sulla tua persona.
      2. riflettiamo…
      Inviti i lettori a “riflettere” e “meditare”. Bene. Proviamoci…
      Una delle ragioni per cui grossoshop è ancora in vita è, senza dubbio, il fatto che tenerlo in vita non costa nulla. Magari 20 euro l’anno di dominio e qualche minuto di lavoro al giorno per gestire gli ordini e inserire/togliere gli articoli.
      Altra ragione per cui è ancora in vita (altrettanto valida) è che il sito non può essere chiuso dallo Stato italiano perché non ha giurisdizione su un server che, magari, si trova in Russia o in Cina e perché vendere un prodotto cinese in italia non è un reato perseguibile.
      In definitiva grossoshop non ha nessun “motivo” per chiudere. Produce soldi e non costa niente.
      Riflettiamo ancora: non tutte le persone sono a conoscenza che i telefoni acquistati tramite grossoshop, un e-commerce scritto in italiano, vengono dalla Cina e che quindi, se si rompono, bisogna spedirli in Cina per le eventuali riparazioni.
      Meditando, meditando… mi viene da dire che… non mi sembra, anzi sarò più perentorio, non esiste nessuno dei siti da te indicati che abbia un “redirect” del tipo qui evidenziato! Il fatto che il dominio .it era collegato al .net e che il proprietario del dominio.it abbia rilasciato dei dati a dir poco “sospetti”, è un’anomalia unica, solo di grossoshop. Quindi non ti è consentito (dalle Leggi italiane, non certo dal sottoscritto) equiparare grossoshop agli siti nominati. Eseguendo tale paragone, infatti, stai ledendo l’immagine degli altri siti e questo non è corretto ed è un comportamento legalmente perseguibile. Poiché nessuno ti cercherà mai per tale reato, lo metto in evidenza, anche perché tu mi hai “costretto a riflettere” e questa è una mia riflessione…
      3. dilungarsi…
      La prossima volta che “non vuoi dilungarti” scrivi meno.
      Un abbraccio anche a te…

    2. Claudio

      L’ equazione “è ancora in vita ERGO è tutto regolare” non ha molto senso. Vorrei ricordarti che siamo in ITALIA, di certo non un paese famoso per l’ efficienza o la velocità nel far rispettare le leggi e tutelare gli onesti. Potrei farti 1000 esempi di lestofanti che in italia dopo anni non hanno avuto condanne o non sono stati fermati.
      Per cui nè la tua singola esperienza (che tra l’ altro non c’ entra nulla coi fatti esposti) nè la tua dedizione smantisce quanto detto nell’ articolo, e quanto esposto, tra l’ altro in modo eccellente, da Marco.

  10. Angelo

    Acquisto e pago in data 30/06/2014 due telefoni dg550 (STATO : DISPONIBILE) pagandoli immediatamente con paypal.

    il 02/07 mi avvisano che purtroppo il telefono non è più disponibile e mi invitano di attendere il 15 luglio, ovviamente non ci sto e gli riscrivo di mandarmi il rimborso totale, sto aspettando da due giorni e non mi rispondono più a nessuna email, e non ho ricevuto il rimborso

    Se continuo a non ricevere risposte presenterò denuncia alla polizia postale, vi do un consiglio , non comprate assolutamente niente da questi venditori di fumo, ci rimettete tempo e soldi

    1. Perché la Polizia Postale?
      Se procedi tramite “canali ordinari” bisogna aprire una rogatoria internazionale perché l’azienda si trova in Cina e nessuno apre una tale procedura per 1000 euro.
      Mi sembra di aver capito che hai pagato tramite PayPal. Dunque non hai nessun problema: apri una contestazione su PayPal ed entro 30 giorni recupererai tutti i tuoi soldi 🙂

    2. Angelo

      tutto ok , sono stato rimborsato oggi, si trattava di un ritardo di fornitura di un modello , purtoppo la mia preoccupazione è frutto di varie fregature che ho preso nel web nel tempo , per fortuna questa volta ho trovato persone serie

  11. Luca

    Buongiorno, cortesemente vorrei una vostra opinione sul sito http://www.teknistore.com
    Ho intenzine di acquistare un telefono ma non ho trovato recensioni sul veditore e ho qualche dubbio. Sarebbe utile per me e per chi vi legge avere una vostra opinione vista la competenza e serietà delle vostre verifiche.
    Grazie.

    1. Luca, in genere la tua non è una richiesta ragionevole. Per esprimere “pareri” e farlo seriamente ci vuole tempo e se dovessi farlo ad ogni richiesta… 🙂
      Comunque il sito in questione sembra appartenere a qualche drop-shipper, cioè qualche ragazzo che ordina i telefoni dalla Cina e li fa spedire direttamente all’indirizzo dell’acquirente. Quindi tu paghi lo shipper, lui ordina e paga il tuo telefono dalla Cina e l’azienda cinese spedisce a casa tua. Nessuna garanzia hardware e un passaggio in più, lo shipper che dovrà guadagnare qualche euro. Inoltre il telefono potrebbe impiegare fino a due mesi ad arrivare. Insomma, meglio comprare direttamente dalla Cina. Se però non conosci l’inglese, puoi provare (a tuo rischio) l’acquisto tramite un drop-shipper.
      Altro non so dirti…
      In bocca al lupo.

    2. Vincenzo

      Stai alla larga da loro, ti truffano, a me hanno inviato un telefono difettoso e alla fine me lo sono dovuto tenere. Inizialmente gli operatori sono cortesi e ti dicono sempre che il problema non è loro e poi ti dicono che non devi più scrivergli.

  12. Giuseppe

    Grazie per le vostra recensione che mi ha aperto gli occhi su questo sito grossoshop.it e grossoshop.net. Però vorrei dire una cosa a tutti quelli che avete lasciato delle recensioni negative, e a chi a scritto delle cose su questo fantasma, ovviamente d’accortissimo sul fatto della partita iva. Quando ci sono delle cose del genere si fanno le denunce alla guardia di finanza, per evitare che altri subiscano le stesse cose, non facendolo si da la possibilità a questi soggetti di fare sempre ciò che vogliono. Un saluto a tutti

    1. Caro Giuseppe,
      ecco la risposta che ricevi dagli Organi competenti (copia/incolla). Siamo soli!

      E’ difficile e quantomeno impossibile poter prevedere a priori l’esito delle transazioni che vengono concluse via Internet e questo in considerazione del fatto che l’accertamento sull’onestà ed affidabilità dei venditori sulla rete risulta spesso difficoltoso in considerazione del loro enorme numero e la loro dislocazione in ogni parte del mondo.
      In linea generale, e’ possibile, tuttavia, porre in essere in qualsiasi transazione on-line delle semplici precauzioni, relativamente alla raccolta di utili informazioni sul venditore (profilo di feedback), scelta di metodi di spedizione tracciati, metodi di pagamento sicuri;
      al riguardo la invitiamo ad approfondire dette informazioni visitando la sezione e-commerce del Commissariato di P.S. on-line.

      E’ da considerare, infine, che un apprezzabile divario tra il prezzo offerto e quello di mercato, può destare non poche perplessità sul buon esito della compravendita e/o sulla originalità del prodotto venduto.
      E’ sempre consigliato, infine, acquistare e vendere nel territorio italiano poiché la tutela legale è completa.

      La ringraziamo per la sua segnalazione.
      Cordiali saluti
      Risposta a cura della Redazione del Commissariato di PS on line (www.commissariatodips.it)

  13. Salvatore

    Salve, ho acquistato un telefono dual sim da grossoshop, dopo aver contattato varie volte un operatore di nome Tony (non ci sono paragoni …..di quanto è [removed]), il quale mi ha assicurato che il telefono in questione, fosse un full active. Il telefono è arrivato regolarmente, spedito dalla Cina, però non è assolutamente un full active. Non solo, ha avuto subito problemi di ricezione e di carica della batteria, fino alla morte totale del telefono stesso, dopo circa 3 mesi dall’acquisto. Ho chiesto immediatamente spiegazioni, ma sono stato liquidato con un: ci dispiace, lo terremo presente per uno sconto in eventuali altri acquisti. Non mi hanno dato nessun tipo d’indicazione per il centro di assistenza a cui rivolgermi. Ovviamente siamo in Italia, e questi ladri cialtroni la faranno franca. Prima di effettuare qualsiasi tipo di acquisto online, controllate e ricontrollate le recensioni, non fatte come me.

  14. Kimera761

    Che dirvi, io da 10 anni ormai importo smartphone e tablet dalla cina e onfermo tutto quello detto su Grossoshop.net…ordinato smartfone 32gb+2 di ram e ricevuto la versione da 1 gb di ram, track sbagliato e ritardo assurdo. Dopo varie scuse rimborso di 20 miseri euro.Consiglio a tutti di non acquistare da questo sito in quanto non vi è alcuna garanzia non solo di acquistare quello che desiderate ma addirittura di avere a che fare con una azienda.Il proprietario del sito non rappresenta nulla se non intascare una percentuale su quello che avete acquistato.Se volete comprare dalla cina innanzitutto cercate feed in rete poi affidatevi esclusivamente al pagamento paypal!
    Acquistate direttamente e non usate mai questi dropship….pagate addirittura di meno!

  15. Roberto

    chiedo aiuto a qualcuno di voi, ho ordinato un telefono su GROSSOSHOP il giorno 11 dicembre 2013, ad oggi ancora niente, nessuna risposta alla mia email, ho pagato con carta di credito prepagata subito, ma non ho paypal, adesso non so cosa fare, se qualcuno di voi gentilmente sa darmi una mano per non perdere i soldi (184 euro), magari un consiglio o altro, io non so cosa si puo fare.
    grazie a tutti .

    1. Ciao Roberto,
      tecnicamente e legalmente non puoi fare proprio niente 🙁
      Hai una sola speranza ossia che prima o poi il telefono ti venga consegnato…
      Però un consiglio te lo devo dare: prima di effettuare acquisti da un qualunque e-commerce cerca in rete per ore, se necessario per giorni, informazioni su tale e-commerce.
      C’è sempre qualcuno che ci ha scritto sopra qualcosa…
      In questo caso se avessi cercato, avresti trovato questo articolo. Se lo avessi cercato…
      In bocca al lupo!

  16. Roberto

    confermo… oggetto acquistato e arrivato dalla Cina invece che dall’Italia eludendo dogana e quant’altro…
    Al servizio clienti rispondono senza firmarsi e una volta contestata la cosa mi han mandato un corriere a ritirare senza che neppure ci fosse possibilità di avere una copia della bolla per il ritiro (ovviamente non gli ho lasciato nulla).
    Che grande organizzazione!
    Peccato che se non è possibile ricevere ne fattura ne nulla, tanto valeva che me l’ordinavo per conto mio in Cina risparmiando 100€
    Sconsigliati! giratene alla larga…

  17. Giovanni

    Fosse solo questo… Non solo manca la partita iva, ma non vi è alcun indirizzo fisico, in pratica non si sa nulla della società che sta dietro al sito!
    E non finisce li. in pratica:
    1) Sono completamente anonimi
    2) Effettuano dropship dalla cina (illegale) saltando dazi, bolle doganali etc.
    3) Vendono un sacco di prodotti altrimenti impossibili da far entrare in Italia, data la mancanza di una reale certificazione CE su molti di essi
    4) Non fanno fattura nemmeno se richiesta, come testimoniato su un forum dedicato alle truffe on line (Han fatto spedire una fattura dalla cina O_o)
    5) Immagino (ma qui è pura illazione) che non essendo in regola sui punti di cui sopra, non siano nemmeno registrati al raee o alla Siae, a cui debbono versare i relativi oneri.

    Quindi siamo alle solite… in questo paese ognuno fa quello che gli pare, tanto nessuno controlla mai…

    1. Ciao omonimo,
      il negozio da te indicato presenta regolare denominazione aziendale, partita iva e telefono. Basta cliaccare su “Chi siamo” in basso. Trattasi di:

      G.D. Elettronica S.r.l
      Indirizzo: VIA PRINCIPESSA JOLANDA 30/B – 07100 – SASSARI (SS)
      Partita IVA: 01873780900
      Telefono: +39 0799630745
      Fax: +39 0799630745

      Ora… dal Registro delle Imprese risulta che a Sassari esiste una G.D. ELETTRONICA DI DEMURTAS GIANCARLO (quindi non una s.r.l.) esattamente all’indirizzo indicato, ma l’attività di tale impresa è la seguente:

      INSTALLAZIONE, AMPLIAMENTO, TRASFORMAZIONE E MANUTENZIONE DI: – IMPIANTI DI PRODUZIONE, DI TRASPORTO, DI DISTRIBUZIONE E DI UTILIZZAZIONE DELL’ENERGIA ELETTRICA ALL’INTERNO DEGLI EDIFICI (DAL 21/10/1999) DI IMPIANTI DI PROTEZIONE CONTRO LE SCARICHE ATMOSFERICHE, NONCHE’ GLI IMPIANTI PER L’AUTOMAZIONE DI PORTE, CANCELLI, BARRIERE (DAL 25/11/2010); – IMPIANTI RADIOTELEVISIVI ED ELETTRONICI IN GENERE, LE ANTENNE

      Non è concesso quindi a tale attività vendere il tipo di articoli presenti sull’e-commerce né credo che lo faccia. Credo invece si tratti di un “palese furto di identità”…
      In definitva: vietatissimo acquistare dal sito da te indicato!

I commenti sono chiusi.